Home > I Bambini Sono Veramente Sicuri su YouTube?

I Bambini Sono Veramente Sicuri su YouTube?

A Gennaio 2020 finalmente YouTube si è adeguato alla legge COPPA Americana (tutela dei minori online) per evitare che i bambini vengano tracciati dalla pubblicità, non possano subire bullismo nei commenti, non possano iscriversi a pagamento ai canali e interagire contro la loro volontà (per mancanza di consapevolezza e di discernimento) con dei contenuti.

Ma quindi i bambini oggi, sono veramente sicuri quando guardano video su YouTube? Dipende… e allora scopriamo rapidamente insieme come proteggere i bambini il più possibile. Perché se da un lato YouTube si è dato una sistemata dal punto di vista tecnico, dall’altro ha “scaricato” la palla su chi crea i contenuti, ed è quindi allo YouTuber che dobbiamo guardare, per capire se si è adeguato a questa legge.

YouTube infatti, non potendo controllare manualmente tutti i contenuti, ha conferito ai creatori di contenuto (gli YouTuber) la responsabilità. Ovvero è lo YouTuber che deve dire se il contenuto è per minori o meno indicandolo quando carica il video dal suo back office.

Se lo YouTuber dichiara che il video è per bambini, vedete sotto il suo video questa scritta che consiglia di scaricare YouTube Kids (dove non è detto ci sia quel contenuto, essendo altri i criteri di inserimento su YouTube Kids).

Se il creatore ha dichiarato correttamente il suo contento come “per bambini” cosa succede? Ecco le principali azioni di tutela:

  • il video non può essere commentato (in passato alcuni minori sono stati addescati tramite commento o hanno subito bullismo)
  • l’utente che guarda il video non può essere tracciato dal sistema pubblicitario, non vengono quindi salvati i suoi cookie di navigazione e non può ricevere pubblicità personalizzata e profilata (la pubblicità che riceve è solo sulla base del tema del video)
  • il video non ha le funzioni interattive che di solito appaiono alla fine, guarda un altro video, il bollino iscriviti etc. Se quindi per caso non vedete il banner Prova YouTube Kids (a volte può capitare), controllate che alla fine del video non ci siano elementi interattivi per verificare se il contenuto sia stato identificato correttamente dal creatore di contenuti
  • l’utente non può abbonarsi al canale per vedere, pagando, contenuti aggiuntivi.

Cliccando qui puoi leggere tutti i dettagli da Google/YouTube stesso sul blog ufficiale.

Purtroppo in Italia la gran parte degli YouTuber per bambini non dichiarano che i loro video sono per bambini e quindi non li tutelano e proteggono (i bambini vengono profilati o possono commentare o abbonarsi al canale, commentare nelle live, donare soldi con le super chat, essere portati a vedere un altro video con le schede interattive etc.).

La gran parte degli YouTuber per bambini chiude i commenti per far finta di rispettare la legge, ma la profilazione dell’utente e le interazioni restano. Come si fa a riconoscerle? Come dicevamo sopra grazie al banner Prova YouTube Kids e alla presenza di elementi interattivi alla fine del video, in possiamo capire che non hanno segnalato il loro contenuto come per bambini.

Ma perchè allora gli YouTuber non lo dichiarano? Perchè se il video viene da loro identificato come per bambini, perdono la pubblicità profilata (oltre alle importanti funzioni di interazioni sopra citate), che è quella che vale di più, ovvero perdono dal 60 al 90% degli introiti. Insomma questi YouTuber non indicano di fare contenuti per bambini per soldi e per aumentare la propria popolarità.

Questo articolo non vuole accusare nè criticare alcun YouTuber, il nostro obiettivo è quello di rispondere alla domanda: come fare a proteggere i nostri bambini che guardano YouTube e i loro idoli? Come genitori e creatori di video e contenuti, noi stessi ci teniamo al rispetto dei minori e dell’etica del lavoro.

Ci sono due strade, segnalando un intero canale o solo alcuni video:

Per segnalare il canale dovete accedere alla pagina informazioni del canale in questione (da desktop, non da telefono) e cliccare sulla bandierina Segnala che trovate.

Quindi selezionate segnala utente.

E la voce Rischi per bambini.

Volendo potete selezionare i video che non rispettano ma se sono tanti/tutti lasciate stare, è facoltativo, e proseguite.

Quindi compilate il form. Questo testo è d’esempio, ma se nel canale sono presenti minori si può aggiungere anche la presenza di minori (per cui è OBBLIGATORIO mettere i contenuti come Made for Kids).

Inviate e speriamo YouTube controlli veramente (cosa al momento mai successa… ma se siamo in tanti forse ci ascolta).

Se invece il creator non indica correttamente solo alcuni video si può segnalare il video a YouTube utilizzando l’apposita funzione Segnala (da computer cliccando sotto i 3 puntini sotto al video, su telefono cliccando sui tre puntini in alto a destra che compaiono dopo aver messo in pausa il video). E compilando il form che appare sul tuo dispositivo e che ha queste voci.

Scegliendo Abusi su minori e motivando con “Questo video è chiaramente destinato ai bambini ma non è stato segnalato dallo YouTuber, violando quindi la privacy dei minori che lo guardano”.

In questo modo lo YouTuber sarà avvisato (e se YouTube lo riterrà potrà anche decidere di settare il video come per bambini) e si creerà un meccanismo virtuoso in cui speriamo tutti si adegueranno per proteggere i bambini.

Cosa succede se, oltre YouTube, anche le istituzioni che controllano la privacy si accorgono di questi comportamenti? Lo YouTuber rischia una grossa multa ed eventualmente provvedimenti sul canale da parte di YouTube.